La Sacra Scrittura come storia della salvezza – Jean-Louis Ska, Roberto Repole

In questo audio un noto biblista, Jean Louis Ska, presenta i risultati di anni di studi biblici che hanno in qualche modo permesso di ricomprendere cosa si trova nella sacra scrittura, visto che il confronto con i dati storici ha praticamente consegnato l’impossibilità di stabilire la storicità, per come la intendiamo oggi, della maggior parte dei testi biblici. Ne esce una sorprendente forza della narrazione biblica!

(tratto da “La fede e la storia”, Convegno Teologico, Ottobre 2011)

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Per una Chiesa in uscita – 4 serate sul Primo Annuncio

cartolina_vedano PER UNA CHIESA IN USCITA
4 serate introduttive al Primo annuncio

Modulo di quattro incontri serali sulla tematica del Primo Annuncio proposti dall’Equipe Decàpoli rivolti a giovani, adulti e operatori.

La partecipazione è libera, non occorre iscriversi.

Quando: 14 e 22 Aprile, 5 e 13 Maggio, ore 20:45
Dove: Parrocchia di Vedano al Lambro (MB), Via santo Stefano 4

Programma

  • 14 Aprile: INIMMAGINABILE MISERICORDIA: DIO SCEGLIE L’UOMO (Luca Moscatelli)
  • 22 Aprile: IL FELICE DRAMMA DELLA COMUNICAZIONE: QUALI PAROLE NUOVE (Antonella Marinoni)
  • 5 Maggio: I VOLTI DI DIO: CHE DIO SCELGO? (Ottavio Pirovano)
  • 13 Maggio: IL “FIGLIO”, LA MERAVIGLIA DI GESU’ DI NAZARET: A PARTIRE DALLO STUPORE DEL FIGLIO (Silvano Petrosino)

Materiali

Audio relazioni

  • Luca Moscatelli: INIMMAGINABILE MISERICORDIA: DIO SCEGLIE L’UOMO (scarica)
  • Antonella Marinoni: IL FELICE DRAMMA DELLA COMUNICAZIONE: QUALI PAROLE NUOVE (scarica)
  • Ottavio Pirovano: I VOLTI DI DIO: CHE DIO SCELGO? (scarica)
  • Silvano Petrosino: IL “FIGLIO”, LA MERAVIGLIA DI GESU’ DI NAZARET: A PARTIRE DALLO STUPORE DEL FIGLIO (scarica)
  • Foto

    Materiali Incontro di Formazione 28/02/15

    Narrazione ed evangelizzazione: un binomio inscindibile

    La nostra specie, ha scritto la romanziera Nancy Huston, è la «specie fabulatrice»: è la sola a «lavorare a maglia delle storie per sopravvivere». Il filosofo scozzese Alasdair MacIntyre le fa eco quando afferma: «L’uomo nelle sue azioni e nella sua prassi tanto quanto nelle sue finzioni, è essenzialmente un animale che racconta storie». (Jean- Pierre Sonnet, Generare è narrare, Vita e Pensiero, p 17).

    La Bibbia è uno dei santuari del pensiero narrativo. Storie di donne e di uomini diventano storie di Dio con l’umanità. Ed è così fino ad oggi, nella vita di tante e di tanti.
    Possiamo pensare l’evangelizzazione al di fuori di tutto questo?

    L’incontro si è tenuto sabato 28 febbraio 2015 al Centro Pastorale Ambrosiano di Seveso (MB).
    Sono intervenuti:

    • SILVANO PETROSINO (filosofo)
    • MARCO PARRAVICINI (magistero sc.religiose)
    • ELISABETTA ORIOLI (psicoterapeuta)

    Materiali

    Audio relazioni

  • Introduzione (scarica)
  • Silvano Petrosino (scarica)
  • Marco Parravicini (scarica)
  • Elisabetta Orioli (scarica)
  • Conclusioni (scarica)

    Foto

    Papa Francesco: prospettive dell’evangelizzazione – Giacomo Costa S.J.

    12 Giugno 2014, Pime. Milano.

    Padre Giacomo Costa, direttore di Aggiornamenti Sociali, rivista dei Gesuiti che nel suo indice ha un legame molto forte tra evangelizzazione e tutto il vissuto sociale, ci aiuta ad entrare nelle prospettive dell’evangelizzazione nel momento ecclesiale attuale segnato dalla presenza di Papa Francesco.

    Ascolta l’audio

    Riferimenti

    la gioia del vangelo: il segreto di Papa Francesco

    Papa Francesco: carisma e istituzione

    S.Arialdo, Baranzate: il mondo in casa!

    Bella trasmissione che racconta della realtà della Parrocchia S.Arialdo di Baranzate.

    Attraverso un’intervista, Don Paolo Steffano ed altri raccontano come sia possibile, pur tra fatiche e difficoltà, interpretare la diversità come un dono e una risorsa anche nel cuore del quartiere più multietnico d’Italia!

    Una bella testimonianza in un periodo in cui tante voci alimentano, invece, rassegnazione e ostilità di fronte alla diversità.

    Tratto dalla puntata di “Le frontiere dello Spirito” del 1 marzo 2015.
    (L’intervista parte dal minuto 19:45)

    Narrazione ed evangelizzazione: un binomio inscindibile

    La nostra specie, ha scritto la romanziera Nancy Huston, è la «specie fabulatrice»: è la sola a «lavorare a maglia delle storie per sopravvivere». Il filosofo scozzese Alasdair MacIntyre le fa eco quando afferma: «L’uomo nelle sue azioni e nella sua prassi tanto quanto nelle sue finzioni, è essenzialmente un animale che racconta storie». (Jean- Pierre Sonnet, Generare è narrare, Vita e Pensiero, p 17).

    La Bibbia è uno dei santuari del pensiero narrativo. Storie di donne e di uomini diventano storie di Dio con l’umanità. Ed è così fino ad oggi, nella vita di tante e di tanti.
    Possiamo pensare l’evangelizzazione al di fuori di tutto questo?

    L’equipe Decàpoli organizza e offre una giornata di confronto sul tema grazie alla collaborazione e al contributo di SILVANO PETROSINO (filosofo), MARCO PARRAVICINI (magistero sc.religiose) e ELISABETTA ORIOLI (psicoterapeuta).

    Quando: sabato 28 febbraio 2015, dalle 9:00 alle 16:00
    Dove: Centro Pastorale Ambrosiano, via San Carlo 2, Seveso (MB)

    Scarica il programma

    Serena Noceti, 10 novembre 2014

    ANNUNCIARE IL VANGELO
    RESPONSABILITÀ DI TUTTI NELLA CHIESA

    Traccia dell’intervento

    1. La Parola/parola restituita
    I. Concilio Vaticano II
    II. Papa Francesco

    2. Nuovi soggetti, nuovi linguaggi
    I. Laici e ministri ordinati – nuova teologia
    II. Donne – questione di genere
    III. Coppie e matrimonio – questione di riconoscimento di uno specifico
    IV. Bambini, giovani, anziani – questione di età
    V. Un Noi eloquente

    3. Nuovi soggetti, nuovi stili di annuncio
    I. Annunciare il vangelo del Regno
    II. Annunciare in modo adulto
    III. Annunciare dialogando (modelli comunicativi)
    IV. Annunciare ri/comprendendo il vangelo insieme (sfida ermeneutica)

    4. Nuovi soggetti, non più infanti ma sapienti ed eloquenti (le sfide)
    I. Riconoscimento di soggettualità
    II. Formazione (laici e ministri ordinati)
    III. Luoghi per dire la fede
    IV. Linguaggi inediti, significativi, coraggiosi

    Ascolta la registrazione dell’intervento

    Scarica la relazione completa

    La parrocchia ospitale – Don Antonio Torresin

    L’annuncio del Vangelo oltre la retorica

    Sono diversi anni che il tema ritorna insistentemente, potremmo dire da dopo il Concilio. Anche solo per rimanere in ambito italiano, possiamo notare come il lessico ecclesiale abbia declinato, secondo diverse modalità, sempre il medesimo oggetto. Subito dopo il Concilio, la parola d’ordine era «evangelizzazione » («evangelizzazione e promozione umana», «evangelizzazione e sacramenti »…), poi con Giovanni Paolo II si è iniziato a parlare di «nuova evangelizzazione »; infine, in questi ultimi anni, più spesso si parla di una chiesa in stato di «missione».1 Parole diverse, ma la questione è sempre la medesima: come passare da una pastorale statica che dava per scontata la trasmissione della fede, a una Chiesa che fa dell’annuncio del Vangelo e della sua trasmissione il cuore della propria missione…

    Scarica l’intero articolo